FAQ | Tholos

A seguito della firma del contratto il cliente viene seguito dal Servizio Clienti per tutta l’erogazione del servizio. Il Servizio Clienti, insieme agli uffici di competenza, verifica i prerequisiti contrattuali. Una volta conclusa tale verifica l’area tecnica si attiverà per la stesura della PPPM. L’intera erogazione del servizio è soggetta al sistema di qualità ISO 9001 e a continue verifiche interne per il buon esito della pratica. L’area tecnica esegue i sopralluoghi in impianto, verifica le strumentazioni di misura adottate o da adottare, prepara e inoltra al GSE la PPPM. A seguito dell’inoltro della PPPM avviene il collaudo dell’impianto e la contabilizzazione dei risparmi energetici derivanti dal suo utilizzo. Il cliente ha contatti diretti con l’area tecnica tramite un referente tecnico dedicato. Il referente tecnico si occupa di formare e affiancare costantemente il cliente per la registrazione dei risparmi che vengono poi comunicati da Tholos al GSE tramite le RVC. A seguito dell’approvazione della PPPM e delle relative RVC vengono emessi i TEE, che sono poi venduti nel mercato energetico. Il servizio clienti tiene costantemente aggiornato il cliente sull’inoltro e approvazione della PPPM, sull’inoltro delle RVC e sull’emissione e la vendita dei TEE o su eventuali richieste di integrazione da parte del GSE. Una volta venduti i TEE il Servizio Clienti chiede al cliente di emettere fattura per l’erogazione in suo favore del controvalore di vendita. Durante tutta l’erogazione del servizio, il Servizio Clienti è a disposizione per ogni necessità, richiesta o per eventuali reclami. Per ottenere i TEE un intervento di efficienza energetica deve rispondere ai requisiti indicati dalla normativa dei Certificati Bianchi, che dà indicazioni specifiche in merito. Non tutti gli interventi possono infatti ottenere i TEE. Gli interventi di efficienza energetica possono essere di vario genere e la loro valutazione dipende dalla tecnologia impiegata per effettuare il risparmio e da particolari condizioni al contorno. Clicca su Contattaci per verificare l’eleggibilità o meno del tuo intervento grazie al supporto dei referenti commerciali di Tholos. La normativa sui Certificate Bianchi dà specifiche indicazioni sulle condizioni che devono essere rispettate per continuare a percepire i TEE che di base sono le stesse condizioni che implicano l’eleggibilità o meno dell’intervento all’ottenimento dei TEE. Un esempio di condizioni che possono pregiudicare l’ottenimento dei TEE è la richiesta di incentivi non cumulabili con i TEE, o una modifica all’impianto oggetto della richiesta Titoli non consentita rispetto a quanto specificato nella PPPM (per gli interventi con metodo di valutazione a consuntivo) o nella RVC (per interventi con metodo di valutazione analitica o standard). Per qualsiasi dubbio in merito è sempre meglio rivolgersi al Referente Tecnico di Tholos che ha seguito la richiesta dei TEE. I TEE sono cumulabili con gli incentivi riconosciuti a livello regionale, locale e comunitario. In generale nessun incentivo statale è cumulabile con la richiesta dei TEE ad eccezione di:

  • fondi di garanzia e fondi di rotazione
  • contributi in conto interesse
  • detassazione del reddito d’impresa riguardante l’acquisto di macchinari e attrezzature.

I TEE non sono cumulabili neanche con:

  • le detrazioni fiscali per progetti presentati successivamente al 03 gennaio 2013
  • l’ecobonus previsto dal Decreto Legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito in legge 7 agosto 2012, n. 134 per la sostituzione di veicoli inquinanti con altri nuovi a basse emissioni complessive
  • i finanziamenti statali concessi in conto capitale

Si precisa inoltre che il D. lgs. del 3 marzo 2011 n. 28 e il Decreto attuativo del 28 dicembre 2012 prevedono il divieto di cumulo dei certificati bianchi esclusivamente con altri incentivi “statali”, ammettendone, pertanto, la cumulabilità con eventuali incentivi regionali locali o comunitari e le agevolazioni fiscali nella forma del credito d’imposta a favore del teleriscaldamento alimentato con biomassa o con energia geotermica, di cui all’art 8 comma 10, lettera f) della legge 23 dicembre 1998, n. 448, all’art. 29 della legge 23 dicembre 2000, n. 388 ed all’art 2 della legge 22 dicembre 2008. Si tratta infatti di un’agevolazione, nella forma, appunto, del credito d’imposta, che viene trasferita sul prezzo di cessione del calore all’utente finale, che si configura, pertanto, come effettivo beneficiario distinto rispetto alla società che eroga il servizio calore e che percepisce i certificati bianchi. Si specifica che ai sensi della circolare 17/E del 7/3/2008, qualora il gestore della rete di teleriscaldamento alimentata con biomassa o ad energia geotermica sia anche utente finale, il gestore-utente finale può usufruire del cumulo dei certificati bianchi con il credito di imposta in esame. Il periodo di tempo per il quale un intervento può ottenere i TEE (vita utile) dipende dalla sua tipologia. Per gli interventi presentati a consuntivo si possono ottenere TEE per cinque anni. Per interventi presentati mediante progetti standard si possono ottenere TEE per periodi che variano da 5 a 8 anni, a seconda della tipologia. Per interventi presentati mediante progetti CAR si possono ottenere TEE per dieci anni. Clicca su Contattaci per avere il supporto dei referenti commerciali di Tholos nel verificare, nel rispetto della tua privacy, la tipologia di intervento e quindi per quanto tempo questo avrà diritto ai Certificati Bianchi. I TEE ottenibili da un intervento di efficienza energetica possono essere calcolati seguendo le indicazioni date dalle Linee Guida e variano caso per caso. Per sapere quanti TEE si possono ottenere dal tuo intervento clicca su Contattaci e sarai ricontattato dai referenti commerciali di Tholos, nel rispetto della tua privacy . Una volta inoltrata la PPPM, il GSE emette parere entro 60gg. In caso di richieste di integrazione da parte del GSE, il termine di 60gg si intende sospeso e ridefinito a 45gg dalla ricezione delle informazioni richieste. Qualora tale parere non venga emesso entro i tempi sopraindicati, la PPPM si intende approvata (silenzio assenso). Per quanto riguarda le RVC, la normativa non stabilisce dei limiti temporali entro quali il GSE deve emettere i TEE. I tempi sono variabili e dipendono anche dalla tipologia di intervento. Una volta inoltrata la RVC al GSE, occorre attendere l’esito positivo della richiesta, che generalmente viene emesso dopo qualche mese dall’inoltro della RVC. Una volta approvata la RVC, i TEE vengono emessi con tempistiche variabili da qualche giorno a qualche settimana. I TEE possono essere venduti in qualsiasi periodo dell’anno ma, se analizziamo lo storico dei prezzi di vendita, il periodo di vendita con il prezzo più alto risulta essere tra aprile e maggio. I TEE vengono venduti nelle apposite sedute di borsa del Mercato Energetico (piattaforma virtuale) del GME oppure mediante accordi bilaterali tra operatori. Le sessioni di vendita del Mercato Energetico si tengono ogni martedì dalle 9:00 alle 12:00. Gli accordi bilaterali sono invece accordi privati tra operatori e sono indipendenti dalle sedute di borsa del Mercato Energetico. Il prezzo dei TEE è variabile e segue la legge della domanda e dell’offerta. Tholos elabora ogni trimestre i Report di Mercato relativi all’andamento del prezzo dei TEE. A breve saranno disponibili gratuitamente su questo sito, nella sezione TEE. I corrispettivi derivanti dai TEE arrivano tramite un bonifico da parte di Tholos. Prima del bonifico ti sarà richiesto dal Servizio Clienti di emettere una regolare fattura. Successivamente alla vendita dei TEE, ti verrà chiesto da Tholos di emettere fattura. Riceverai una comunicazione tramite e-mail con tutte le informazioni necessarie, come intestazione, descrizione e importo da fatturare. I TEE vengono emessi dal GME sul conto TEE del soggetto richiedente, in genere è Tholos a richiedere i TEE per conto dei clienti ma dipende dalle specifiche contrattuali in essere. Nei servizi di Tholos è compresa la gestione del conto TEE. I TEE vengono gestiti stabilendo il momento più opportuno per la vendita con lo scopo di ottenere il massimo profitto nel reciproco interesse. Tholos vende i TEE al miglior prezzo di vendita possibile. Per le vendite mediante accordi bilaterali il prezzo di vendita viene concordato tra le parti. Anche in questo caso il prezzo di vendita verrà stabilito nel reciproco interesse, sulla base della migliore offerta. Ogni azienda ha delle sue specifiche nella gestione fiscale. Se sei un cliente e hai bisogno di un parere, invia una richiesta al Servizio Clienti che ti supporterà in base alle tue specifiche esigenze. Clicca su contattaci per essere ricontattato dal Servizio Clienti. Le verifiche ispettive accertano la corretta esecuzione tecnica ed amministrativa dei progetti. Non hanno una frequenza prestabilita e vengono eseguite secondo un programma annuale stabilito dal GSE. Per gli interventi che generano oltre le 3.000 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) di risparmio energetico annuale, è prevista la verifica in situ. Tholos si occupa di rispondere alle verifiche ispettive del GSE.