Food and beverages | Tholos

La competitività del settore food and beverages è fortemente legata alle prestazioni dei processi produttivi e all’efficienza dell’intera catena del valore, vincolata a requisiti normativi particolarmente stringenti in materia di igiene e controllo dei prodotti.
Il potenziale di risparmio energetico teorico al 2020 per l’intero comparto è stimato in circa 21.8 TWh/anno di cui il 10% fa riferimento ai risparmi conseguibili sul consumo elettrico e il 90% a quelli sul consumo termico (Fonte: Elaborazione dati Energy Efficiency Report – 2013). Il raggiungimento di tali obiettivi e la necessità di garantire l’elevata affidabilità richiesta agli impianti produttivi non possono prescindere da una continua ricerca ed implementazione di soluzione tecnologiche all’avanguardia per il miglioramento continuo del flusso produttivo, la conseguente riduzione del consumo di energia e la minimizzazione dei costi legati alla manutenzione. Tra gli interventi di efficienza possibili abbiamo:

  • installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento
  • ottimizzazione degli impianti di produzione e distribuzione dell’aria compressa
  • recuperi termici da processi produttivi
  • ricompressione meccanica del vapore
  • installazione di inverter su motori
  • installazione di sistemi di monitoraggio e controllo automatici delle aree a maggior consumo